Benvenuti in NWO Blog.

Questo blog vuole offrire informazioni sul tema del Nuovo Ordine Mondiale (o NWO: "New World Order").
I mass-media non parlano di questo genere di storie e notizie, ma sono tutte documentate e verificabili.
Il Nuovo Ordine Mondiale sta per arrivare, non permettiamogli di farlo.
Questo blog aderisce alla campagna di sensibilizzazione sul tema delle scie chimiche.

24 luglio 2010

Simboli: esoterismo alla luce del sole

Simbolo. Dal greco “symbolon”, derivato dal verbo symbàllein, “mettere assieme”, connettere, ridurre a unità di significato (“Syn”: con, insieme. “Ballein”: mettere, porre).
Si riferiva a un oggetto scomposto in due parti, che si doveva ricomporre affinché riacquistasse il suo significato.
Nell’antichità indicava un oggetto (un sigillo, un anello, una piccola immagine) che veniva spezzato in due parti, che venivano conservate da due famiglie e che permettevano poi di comprovare l’appartenenza di una persona a una delle due famiglie (che avevano dato o ricevuto ospitalità, o che avevano stretto rapporti di altro tipo).

Il processo simbolico separa ma nello stesso tempo unisce, le varie parti sensibili che si simboleggiano a vicenda rinviano ad altre realtà non sensibili.

La potenza del simbolo si può apprezzare in ogni era e in ogni luogo, e anche - o forse ancor più - oggi, nelle moderne società occidentali intrise di messaggi pubblicitari, che fanno larghissimo uso del linguaggio simbolico, a partire dalla elaborazione di un logo fino all’ideazione dello slogan.

Il linguaggio simbolico gioca un ruolo essenziale nel campo delle religioni, che sono l’ambito dove più profondamente una realtà sensibile rimanda a una non sensibile, un oggetto immanente rimanda a entità trascendentali.

Possiamo renderci conto di quanto il simbolo sia un mezzo potente, semplicemente facendo attenzione alla nostra realtà quotidiana: notando coscientemente l’enorme quantità di simboli in cui siamo immersi ogni giorno.

Questi simboli operano a livello inconscio: li metabolizziamo senza rendercene conto.
Iniziare a notarli è anche un buon esercizio per capire come funzionano e come possano avere tanta presa su di noi.

Ho accennato all’ambito pubblicitario e a quello religioso, sostenendo che vi è un grosso studio alla base degli slogan pubblicitari e che la simbologia gioca un ruolo fondamentale nella religione. Compresa quella politica dello Stato.

Sì, ho parlato di religione politica dello Stato, perché lo Stato è esattamente questo: una religione.
Con i suoi rappresentanti riconosciuti, i suoi dogmi, i suoi riti, le sue ricorrenze e festività, i suoi santi da venerare. Con i suoi simboli.

Ovunque giriamo lo sguardo siamo sommersi di simboli.
Pubblicità su tv e riviste, loghi su auto e altri prodotti di uso comune, partiti politici, chiese, banche, associazioni più o meno segrete, edifici pubblici. Sono dappertutto.
E molto spesso non li vediamo.

Il fatto di non vederli (nel senso di renderci conto di cosa siano e cosa rappresentino) è dovuto al fatto che incameriamo tutto ciò che fa parte della nostra vita quotidiana come “normale”.

Se una cosa è normale, perché mai dovrei farci attenzione? Perché dovrei pormi delle domande su di essa?
E’ normale, nulla da vedere, circolare, circolare.

L’atteggiamento acritico per cui incaselliamo ogni cosa quotidiana nella sezione “normale/nulla di strano” del nostro cervello, ci impedisce di sviluppare quella curiosità, quella capacità di chiederci “Perché?” che porterebbe a indagare sul nostro dubbio. E a fare, molto spesso, delle scoperte davvero interessanti.


Vi propongo una serie di video di Jordan Maxwell, risalenti al 1993, sottotitolati in italiano.
Trattano il tema dei simboli e vi compaiono diverse cose interessanti e spunti su cui riflettere.
Sempre con spirito critico, ovviamente.

Buona visione.




Link alla playlist.

11 commenti:

El ha detto...

mmh....sei incazzata?

Gaia ha detto...

Uh? No, anzi.. :P
Se ti va di spiegarmi (anche in pvt) ti ringrazio, mi è sempre utile avere dei riscontri su come appare ciò che scrivo (e come scrivo).

Questo post è parecchio datato, doveva essere l'introduzione a un mio articolo sui simbolismi della banconota da un dollaro.
Siccome ormai il web è pieno di approfondimenti in merito, ho pensato di "riciclare" il pezzo, un po' modificato, per introdurre il video di Jordan.
Giusto per dire un aneddoto su come a volte nascono i miei post.. :P :)

buoni giorni
gaia

Anonimo ha detto...

Gaia, per una corretta valutazione di Jordan Maxwell e altri cosiddetti alternativi, ti consiglio la visione di questo documentario:
Infiltrazioni nel Truth Movement
http://www.youtube.com/watch?v=00DcQeB21OQ
Maxwell è un fervente sostenitore della Teosofia e della nuova religione mondiale luciferina; che dica qualche verità è sacrosanto, ma come Zeitgeist, egli ci spinge ad abbracciare il NWO dalla porta di servizio, senza che nemmeno ce ne accorgiamo
saluti
by me

Gaia ha detto...

Ciao anonimo
grazie per la segnalazione, non conoscevo.

In generale: qualunque cosa segnalo (un blog, un articolo, un video,un libro..) è sempre da valutare con spirito critico. La segnalo perché per me contiene qualche spunto interessante, ma non mi è mai capitato di concordare in toto con quanto segnalato.

In questo caso particolare, ci sono diverse cose dette da Maxwell che ritengo quantomeno azzardate, insieme ad altre più interessanti e per me verosimili (sì, è il solito discorso della disinformazione, dici bene, come con Icke ecc.).

Non sapevo fosse un sostenitore della teosofia, e sai che a un certo punto la cosa non mi stupisce? Ne ho scoperte tante ormai.. è un vero campo minato.
Sui forum di luogocomune, parecchio tempo fa, partecipai a una discussione dove si parlava proprio delle infiltrazioni del 911 truth movement. Non ricordo se fosse nominato Maxwell ma è anche vero che la mia memoria è quella che è, quindi potrebbe anche essere che fosse saltato fuori ma io non lo ricordi.

Ora vedo se riesco a guardare tutto il documentario, intanto grazie e buona serata.
gaia

Anonimo ha detto...

Gaia, su david Icke ti consiglio questa onesta, umile e interessante recensione di Santaruina:
http://santaruina.splinder.com/post/17376888/Ancora+sul+complottismo
Su internet trovi parecchi alternativi che vogliono fare i fighetti saputelli seguendo la moda del discredito di Icke IN TOTO, mentre Santaruina a mio avviso invece da una visione più equilibrata del fenomeno. Questi "complottisti" saputelli che spaziano in giro di solito poi sono anche quelli che ti propongono i libri di Buval, Hanckoc, Lovelock, Zeitgeist, Chiesa, e chi più ne ha più ne metta, dimostrando di non essere poi più di tanto consapevoli della media generale...anzi..... Icke mette accanto ad informazioni documentate che ben pochi libri denunciano a tesi "non ancora" verificate ne da lui ne da altri. Questo non vuol dire che non si possano trovare riscontri in futuro, e che la sua intelligenza sia di tipo intuitivo. Di certo però denuncia la New Age a differenza di Maxwell e di Zeitgeist, pertanto lo metteri un gradino al di sopra. E' anche possibile che Icke abbia consapevolmente mischiato cose vere a cose palesemente indimostrabili per evitare ripercussioni e scampare la pelle. Ma chi ha un minimo di sale in zucca, e va a verificare i fatti, ricostruisce i tasselli al meglio, tralasciando le scorie. mentre chi legge e vede Maxwell, così come chi guarda Zeitgeist, non arriverà mai, ad esempio, alla conoscenza della Lucis Trust e della nefandezza del movimento new age.
By me

Anonimo ha detto...

Astana, Khazakhstan

http://vigilantcitizen.com/?p=421

http://www.youtube.com/watch?v=GGOsfL7RBD4

m

Gaia ha detto...

Grazie per i link e per le interessanti riflessioni :)
Ho la fortuna di conoscere il buon Santaruina e mi trovo d'accordo su gran parte delle analisi che espone sul suo blog.
Certo districarsi nel mare magnum dell'informazione non è semplice, ma comunque possibile. Ci vogliono tanta volontà, umiltà (perché non si finisce mai di mettere alla prova le proprie 'certezze'), e un ingrediente antico ma pare fuori moda.. del buon vecchio 'sale in zucca'.. ;)

buoni giorni
gaia

Anonimo ha detto...

filmato dice molte verità e qualche idiozia enorme... (forse è una tattica, non saprei)
comunque questa è la Mit Brennender Sorge di Pio XI - condanna il nazismo sin dal 1937 (e di encicliche dei Papi contro la massoneria internazionale se ne trovano doiverse). http://www.vatican.va/holy_father/pius_xi/encyclicals/documents/hf_p-xi_enc_14031937_mit-brennender-sorge_it.html

analisi massoneria
http://www.mediatrice.net/modules.php?name=News&file=print&sid=2693

http://www.mediatrice.net/modules.php?name=News&file=print&sid=2774

m

Anonimo ha detto...

Ho trovato qui
http://edj.net/think/dollarowl.html
un'analisi assai convincente di come il sedicente gufo sulla banconota da 1 dollaro in realtà non sia che un casuale incrocio di pattern. Che il pattern sia stato creato in quel particolar modo per far emergere una sedicente figura di gufo? Da grafico direi che è un'impresa molto ardua per poi ottenere un risultato tanto minuto (molto più semplice disegnare il gufo tout-court senza far capo ai pattern)
Ciò nulla togliere al resto dell'impianto simbolico che c'è ed è innegabile.
Saluti

chris

Gaia ha detto...

Ciao Chris, grazie per la segnalazione :)
Grazie anche ad M.
buoni giorni
gaia

Anonimo ha detto...

ZEITGEIST LA VERITA' DIETRO AI FILM
http://ultimaepoca.blogspot.com/search/label/PERSONAGGI%20DI%20ZEITGEIST

Jordan maxwell, o Jordan Maxshill, alias Russell Pine, è una delle “accreditate fonti” del film Zeitgeist, oltre ad essere la voce narrante del film anticristiano. è sua difatti la dichiarazione con la quale affermano di voler essere “accademicamente corretti” nel dire le menzogne sul cristianesimo.
qua sotto riportiamo il discorso “accademicamente corretto” di questo personaggio proveniente dall'”accademia degli onesti” di Zeitgeist e del quale gira in rete molto materiale, compreso una serie di video dove egli ”debunkerebbe” gli illuminati (per poi andarci a letto..).

http://ultimaepoca.blogspot.com/2010/09/personaggi-di-zeitgeist-jordan-maxwell.html