Benvenuti in NWO Blog.

Questo blog vuole offrire informazioni sul tema del Nuovo Ordine Mondiale (o NWO: "New World Order").
I mass-media non parlano di questo genere di storie e notizie, ma sono tutte documentate e verificabili.
Il Nuovo Ordine Mondiale sta per arrivare, non permettiamogli di farlo.
Questo blog aderisce alla campagna di sensibilizzazione sul tema delle scie chimiche.

02 febbraio 2008

Todo para el pueblo, pero sin el pueblo

... .. . .. ...
Quando un gruppo più o meno ristretto di uomini si mette in testa di avere il diritto di esercitare potere su tutti gli altri uomini, in virtù di una supposta superiorità intellettiva/morale/economica o di altro tipo, non può venirne nulla di buono. Per gli altri uomini, s'intende, non per il gruppuscolo di "illuminati" che si autoproclama guida dell'intera popolazione.

La storia è piena di esempi di singoli o gruppi che hanno voluto imporre il loro potere su tutte le altre persone. Il '900 straripa di situazioni simili.

Ma il '900 è anche l'epoca in cui nascono le "grandi democrazie occidentali", dove cioè il sistema di dominio cambia pelle (ma non sostanza), facendo credere alla gente che essa ha grande importanza, e che gli stati democratici sono giusti, benevoli e rispettosi del popolo.

Quanto questo sia lontano dalla realtà, molti lo stanno constatando con gli ultimi eventi nostrani; alcuni l'hanno capito ormai da parecchio tempo, ma per la gran parte della popolazione, purtroppo, è ancora ardua impresa decidere di togliere il velo che cela la realtà nuda e cruda.

Sì, perché è una decisione, questa: decidiamo noi se e quando vogliamo slegarci dal giogo mentale con cui il sistema di potere ci tiene incatenati.
E' solo nostra la decisione di voler spingere lo sguardo oltre il parapetto, rischiando la sensazione di vertigine, certo, ma anche giungendo alla consapevolezza della realtà.
Da quel momento, per il sistema diventa più difficile prenderci in giro: potrà esercitare la sua solita coercizione, ma saremo immuni dalla sua propaganda. E potremo iniziare un cammino personale, accanto ad altre persone che hanno osato guardare oltre quel rassicurante parapetto, cercando contatti, diffondendo informazioni, lavorando affinché sempre più persone si rendano conto delle colossali truffe e delle prese in giro di cui siamo bersaglio.

E' un cammino lungo e tormentato, in cui perdiamo tutti i puntelli su cui avevamo fondato la nostra "tranquillità mentale", in cui capiamo che quei puntelli sono in realtà sbarre della gabbia in cui ci siamo rintanati per non metterci in discussione, per evitarci di guardare in faccia la realtà.

Ma finché non ci decidiamo ad iniziare questo cammino, nulla potrà mai cambiare veramente.
E noi continueremo a lamentarci vanamente, continueremo a cadere nelle trappole mentali che il potere ci prepara con tanta solerzia (noi siamo solo tasche da spremere fino all'ultimo centesimo e matite che mettono una X su una scheda elettorale); continueremo a turarci il naso e votare "il meno peggio", piegando la nostra dignità e coerenza, cedendo a quel bisogno deleterio di dover credere in qualcosa, aggrapparci alle promesse del politico di turno (perché "sono tutti uguali" ma poi al momento fatidico ci tremano le ginocchia e "quello là è peggio e io voto contro"..). Questi sono gesti che in realtà compiamo contro di noi.

Finché non si comincia a fare sul serio, nulla mai cambierà, e il meccanismo psicologico alla base di tutto ciò è profondamente conosciuto e compreso da chi comanda. E sapientemente sfruttato.

Qualche link per i curiosi riguardo ad alcuni di quei gruppi cui accennavo a inizio post, in particolare a sfondo (pseudo)ambientale:

. Vita di Club (articolo ospitato sulla Voce del Gongoro)
. Un nome contro le colpe collettive (Tra Cielo e Terra)

Il Gongoro ha accennato >qui< (paragrafo su 'California e termostati') all'ennesima assurdità legislativa in materia (pseudo)ambientale.
Dico pseudo perché dell'ambiente non importa nulla, in realtà. Sono solo metodi per abituarci, con le buone o le cattive, a sottostare a tutto ciò che ci viene e verrà sempre più prepotentemente imposto dallo stato.

Ho accennato a propaganda e depopolazione anche su questo blog:
. Depopolazione globale
. Il gruppo Bilderberg
Ne riparlerò.

Prendiamo la nostra vita nelle nostre mani.
Smettiamola di credere alle favole, e opponiamoci a chi vuole controllare le nostre vite.

(Un buon inizio? Spegnere definitivamente la TV.)

8 commenti:

flo ha detto...

Hai messo a fuoco un punto chiave: "TUTTO PER IL POPOLO, MA SENZA IL POPOLO"... quello che chiamiamo sistema "democratico" altro non è che il potere di sempre, debitamente trasformato per prevenire la progressiva reazione delle società civili rispetto alla tirannide nuda e cruda.

Se prima la parola d'ordine era "reprimere", oggi è "ingannare". Cambiano le modalità, ma l'effetto è lo stesso.

Il voto, è uno degli strumenti più efficaci a reggere l'inganno: il concetto di "partecipazione alla vita democratica del paese" fornisce lo spazio necessario all'illusione di poter, in qualche modo, INTERVENIRE e SCEGLIERE.

Siamo in piena neo-lingua.

E come diceva Orwell in "1984": "La speranza, forse, è nei "prolet", che nel romanzo erano i reietti della società, quelli che in dignitosa strafottenza vivevano un'ALTRA vita, sfuggendo alla specularità con il potere.

Raccolgo e diffondo il tuo appello.

flo

Gaia ha detto...

Grazie per il commento, Flo: ottima sintesi che mette in luce il meccanismo con cui il sistema di potere ha cambiato veste ma non sostanza.

Se prima la parola d'ordine era "reprimere", oggi è "ingannare". Cambiano le modalità, ma l'effetto è lo stesso

Da Orwell a Huxley...
Esercitare il potere come e più di prima, ma "edulcorando" la realtà, facendo credere alla gente di vivere nel migliore dei sistemi possibili.

Sì, siamo in piena neo-lingua.


buona vita

Ishtar ha detto...

Ciao,ottimo articolo e interessantissimi link!A presto

Filippo84 ha detto...

Salve, ho dato una rapida occhiata al blog e mi sembra interessante. Ti inserisco fra i miei collegamenti.
Buon lavoro.

Gaia ha detto...

Ciao Ishtar e Filippo, grazie per la visita e i complimenti
buona settimana :)

SerpentePiumato ha detto...

Ma infatti quando sono all'opposizione parlano bene...poi al governo sono tutti servi della grande finanaza mondiale e non sole...

Io non posso andare a votare gente che fa cose che non mi piacciono...

Quindi non andrò a votare...e spero che in Italia ci sarà una grande astensione...

Gaia ha detto...

Ciao SerpentePiumato
grazie per la visita :)

Bisogna riuscire a slegarsi dal giogo mentale su cui fondano il loro potere: "Sono tutti uguali, però quello è peggio.. Fanno tutti schifo, però non posso non votare.. Non votare porta al caos.. Mi turerò il naso e cercherò il meno peggio, perché votare è un mio diritto!"

Prima riusciamo a liberarci da questi slogan completamente illogici, meglio è per tutti.

Ma d'altra parte, decenni di scolarizzazione di massa devono pur essere serviti a qualcosa.

masaniello ha detto...

ciao Gaia il tuo articolo è buonissimo,complimenti,io posso solo dire cosa succede ,quando dopo molto tempo che non si crede piu alla propaganda del sistema,sentire che altra gente la pensa come me mi conforta.
ciao