Benvenuti in NWO Blog.

Questo blog vuole offrire informazioni sul tema del Nuovo Ordine Mondiale (o NWO: "New World Order").
I mass-media non parlano di questo genere di storie e notizie, ma sono tutte documentate e verificabili.
Il Nuovo Ordine Mondiale sta per arrivare, non permettiamogli di farlo.
Questo blog aderisce alla campagna di sensibilizzazione sul tema delle scie chimiche.

12 ottobre 2007

RFID: Nuovo Ordine Mondiale è bello!

... .. . .. ...

Ho accennato nel post precedente ai microchip, che si stanno miniaturizzando sempre più.
Se parole come microchip, RFID, o VeriChip Corp., non vi suonano familiari, vi consiglio di fare un giro nel web: è una ricerca piuttosto urgente, sapete, se non vogliamo trovarci tutti microchippati senza nemmeno saperlo.

USA e Regno Unito stanno seriamente discutendo di microchippare tutti i nuovi nascituri, per legge.

Alcune aziende statunitensi vorrebbero microchippare tutti i propri dipendenti; anche se alcuni stati hanno preso posizione contro l'impianto forzato di chip sottocutanei.

Ma molti ospedali hanno già impiantato RFID, come nuova prassi approvata dalla FDA, nei loro pazienti (per esempio nei malati di Alzheimer).

Ma cosa sono questi RFID? E perché dovrebbero preoccuparci?

Si tratta di una tecnologia allo studio ormai da svariati anni e già commercializzata negli Stati Uniti come (..non vi sorprende, vero?) ennesimo strumento utile nella "lotta al terrorismo globale".

Sì, perché con il chip stabilmente impiantato nel nostro corpo, saremo sempre rintracciabili, tramite un dispositivo in grado di leggere l'informazione contenuta nel nostro chip.
Una soluzione davvero utile per tutti quei genitori che, assediati dal terrore che ai loro pargoli possa capitare qualcosa (in questo mondo ormai saturo di violenza), vogliono poter sapere dove sta l'amata prole in ogni istante.

Moltissime persone sono entusiaste dei nuovi ritrovati della tecnica. Si sentono più sicuri.
Ma sicuri.. da cosa?

Dal terrorismo, ovviamente. E dalla marea di delinquenti che c'è là fuori, in questo brutto mondo dove i buoni, per difendersi dai cattivi, chiedono sempre più sorveglianza, sempre più controlli, sempre meno libertà civili.

Purtroppo queste persone non hanno ancora capito che i delinquenti veri sono quelli che hanno ideato e realizzato questa situazione, e che ora spingono per fare accettare (con le buone o con le cattive, cioè con la propaganda o con la legge di stato) questo colossale assalto a mano armata alla nostra libertà.

Saremo tante pecorelle microchippate, innocue e belanti, che brucano la loro magra erbetta malata, sotto un cielo spento, impegnate a belare e a difendere il proprio filo d'erba dalle pecore vicine, senza rendersi conto che quelli da cui davvero bisognava difendersi, sono coloro che le hanno ridotte così.
Sorde e cieche a chi tenta di dir loro che sono schiave, e della peggior specie. Schiave pronte a difendere col sangue i propri aguzzini.
Già ora è così.
Ma quando i microchip saranno impiantati in ogni persona, per legge, sarà troppo tardi per aprire gli occhi.
Bisogna farlo prima.



Tra le altre cose notevoli di questa faccenda, c'è da registrare anche questa: non sappiamo nemmeno se questi impianti siano sicuri.
La FDA ne ha permesso la commercializzazione senza evidenze che ne provassero la reale innocuità per la salute; nel frattempo, molti veterinari hanno però denunciato che questi chip sottocutanei hanno indotto tumori in molti animali (come i cani, a cui in molti Paesi è obbligatorio impiantare il microchip).

Qui potete scaricare un dossier in inglese (330 Kb) di "VicFlame", utente del forum di Bilderberg.org, originariamente apparso in questa discussione.

Un semplice clic su un motore di ricerca, con parole chiave come chip sottocutaneo, RFID, sourveillance, VeriChip, tumors, dangers o altre correlate (e combinazioni di queste), permette di accedere a una grande quantità di materiale in proposito.
(Consiglio di usare ixquick o scroogle per slegarsi dall'invasività di google -- questi due motori infatti non raccolgono informazioni dal vostro computer, e quindi nemmeno le conservano per mesi o anni).

Una raccolta di news per esempio si trova archiviata qui.

Queste sono alcune tra le notizie più interessanti (in inglese):

Veterinari denunciano l'insorgere di tumori correlati agli impianti di microchip negli animali



Le radiofrequenze emesse da cellulari e lettori RFID danneggiano il DNA

Ultima nota prima di vedervi scorrazzare autonomamente e felicemente per il web.

Nei microchip potranno essere inseriti tutti i nostri dati personali e biometrici (tra cui anche stato di salute, impronta genetica e retinica ecc), che quindi potranno essere rilevati dagli appositi lettori: chiunque abbia in mano un apparecchio simile (anche "crackato", visto che è stato dimostrato come i lettori non siano così "sicuri" come i governi vogliono farci credere), chiunque dicevo potrà conoscere tutto di noi: sapere dove siamo, cosa stiamo facendo e chi siamo, fin negli angoli più reconditi del nostro DNA.

Alla faccia della sicurezza.

"Chi è pronto a sacrificare la libertà in cambio della sicurezza, non merita ne' l'una ne' l'altra" (Benjamin Franklin).


38 commenti:

Ishtar ha detto...

ah si,è bellissimo!non vedo l'ora di avere un bel chip nel corpo con cui andare al centro commerciale dove ovviamente andrò a comprare un chip per tutti quelli che conosco!viva il nuovo ordine mondiale,buono e giusto!!!
scusa l'ironia,ma la situazione è a dir poco allarmante...bel lavoro comunque!ciao!

NWO ha detto...

Ciao Ishtar, grazie per la visita :)

Noi ironizziamo per non piangere, come si suol dire, ma purtroppo ci sono davvero molte persone entusiaste, pronte a farsi impiantare questi "nuovi ritrovati della tecnologia per la nostra sicurezza".

buoni giorni e buone ricerche

sintagm ha detto...

Come in ogni nuovo ritrovato della tecnica, anche in questo caso il giudizio va rapportato all'effettivo utilizzo che se ne farà.
Un martello può essere utile per costruire una casa quanto per fracassare la testa di un vicino fastidioso.
Mi occupo di distribuzione commerciale e l'adozione della RFID (Radio Frequency Identification) potrebbe permettere miglioramenti epocali nella logistica e nella facilitazione dello shopping. Si veda in proposito qui e qui.
Complimenti per il sito: l'ho aggiunto tra i collegamenti del mio blog personale.

Gaia ha detto...

Ciao Sintagm
grazie per la visita.

Non metto in dubbio che le nuove tecnologie possano aiutare la logistica e la distribuzione, quel che non accetto (e che viene minimizzato o edulcorato dai media) è il passaggio all'impianto di RFID sull'uomo.

Questo infatti è un abominio che corrisponde alla definitiva, ed irrecuperabile, perdita di libertà per ogni individuo.

L'effettivo utilizzo che si sta già facendo di questi microchip comprende anche l'impianto sottopelle: in Italia, per ora, è obbligatorio solo sui cani (cosa che già non accetto, visto anche lo sbilancio tra pro e contro su questa pratica); in altri Paesi sono stati microchippati moltissimi individui, lavoratori o malati in strutture ospedaliere, in Gran Bretagna stanno pianificando di microchippare tutti i detenuti, senza esclusione.
Alla faccia del consenso e della privacy.

Su questo non transigo.
Il mio no all'impianto sull'uomo è totale e irremovibile (su altri temi sono più "moderata" ma su questo proprio no).

La propaganda anche da noi farà sempre più perno sul concetto di "sicurezza" e "lotta al terrorismo", per far accettare una realtà che fino a pochi anni fa avrebbe fatto inorridire chiunque.

Ma con la scusa della sicurezza riescono a prendere per i fondelli gran parte della popolazione.
"Lo facciamo per la tua sicurezza!" sta invece a significare "Lo facciamo contro la tua libertà".

Giocano su un piano psicologico: tattica subdola ma ahimè efficace.. Decenni di studi sulla psicologia delle masse hanno portato i loro tristi frutti. Tavistock Institute docet.

Dall'11 settembre 2001 è cambiato tutto il nostro mondo, fin nei dettagli più quotidiani.
Sarebbe bello se la gente capisse che tutto questo cambiamento repentino nel nostro modo di pensare e di vivere è stato progettato a tavolino, con una delle più grandi operazioni della storia.
Una bufala colossale, necessaria per aumentare la pressione del controllo globale su ogni aspetto della vita dei singoli individui.
Alla faccia della libertà e dei "diritti civili" -- parole ormai prive di significato.

Non voglio trovarmi microchippata a forza per legge di stato, solo perché la gente non s'è svegliata in tempo, e non si è opposta all'avvento di un nuovo ordine che ci schiaccia in modo definitivo.

RFID per agevolare la logistica? Può essere.
RFID sull'uomo? NO, grazie.

sintagm ha detto...

Ciao Gaia,

Sono con te al 100% sul tema del controllo globale.

Il problema centrale è che nessuno ci costringerà in senso fisico a farci impiantare alcunché, ma più probabilmente faranno leva sulla propaganda per giungere al loro risultato. Invocando l'esistenza di un nemico riusciranno a rendere accettabile l'idea di una limitazione delle nostre libertà, sacrificate (si dirà "temporaneamente") alla salvezza.

La mia era solo una precisazione, perché sia chiaro che nulla di per sé è dannoso, dipende sempre dall'uso che se ne fa.

Gaia ha detto...

Ciao Sintgam
ci siamo spiegati a vicenda :)

Il mio pensiero però differisce su un punto: non credo che non arriveranno mai all'impianto "forzato", anzi -- probabilmente inizieranno anche da noi a introdurre l'impianto sull'uomo come fatto volontario (anche se non credo proprio che i malati di Alzheimer statunitensi e i detenuti britannici abbiano dato il loro consenso..), più che altro con la scusa della sicurezza, vero e proprio mantra del potere post-11/9; poi estenderanno questa cosa buona e giusta a tutti.
Come?
Semplice: per legge.
E questa cosa non è campata per nulla in aria, visti anche i precedenti.

Privacy, libertà, salute?
Ma sono concetti desueti, ormai.. non lo sapete?

Anonimo ha detto...

ciao, complimenti per il blog, per la disinformazione che riesci a creare e per l'impegno!
Attualmente sto lavorando ad un progetto che va ad utilizzare gli rfid per la tracciabilità alimentare...cosa buona e giusta vista la cacca da mangiare che ci propinano. Ci sarebbero ovviamente tutta una serie di rischi come la contraffazione dei dati sul tag, ovviamente! Volevo chiedeRTI SE SAPEVI COME STA EVOLVENDO IL MERCATO, LE APPLICAZIONI E LA LEGISLAZIONE IN MERITO AGLI RFID.
GRAZIE

Gaia ha detto...

Ciao anonimo
nei commenti precedenti al tuo sottolineo ulteriormente come il nocciolo della questione, affrontato nel post, non sia il chip in sè, ma il suo impianto sull'uomo. C'è una bella differenza tra usare gli RFID per la logistica e il mercato in generale, e impiantarli sottopelle nell'uomo. Volente (propaganda) o nolente (legge imposta).
In alcuni stati questo è già avvenuto: impianti obbligatori per es. sui malati di Alzheimer di alcuni ospedali USA (non so se ci rendiamo conto); sia USA che Gran Bretagna stanno da tempo discutendo seriamente se microchippare ogni nuovo nascituro, in un progetto di "tracciabilità umana" che si inserisce bene in un quadro alla "1984" qual è quello che si sta evolvendo sotto i nostri occhi.
Nel post spiego perché sono contraria all'impianto sull'uomo (e sui viventi in generale, vista la scarsa garanzia di sicurezza di questi chip). E' questo il punto della questione, è questo che mi interessa.

Anonimo ha detto...

ciao
potresti aumentare le dimensioni del carattere di scrittura?
si fa una fatica a leggerti...
comunque buon lavoro

Gaia ha detto...

Per anonimo:

Non so che browser usi, più sotto provo comunque a darti qualche soluzione per ovviare a questo scomodo inconveniente.

In effetti ho constatato che non tutti i browser visualizzano allo stesso modo l'impaginazione dei blog offerti da Blogger. Questo purtroppo è un problema a cui non posso ovviare.
Uso questo carattere perché sulla maggior parte dei pc ho visto che viene visualizzato in modo normale, non troppo piccolo.

Se utilizzi Firefox su Windows basta premere insieme i tasti "CTRL" e "+" per ingrandire i caratteri.
Dovrebbe funzionare anche se usi Internet Explorer (c'è comunque un comando, tra i menu del browser, che ingrandisce o rimpicciolisce i caratteri).
Se usi invece Safari (su Mac) premi assieme il tasto "mela" e "+".

Spero possa esserti stata utile.
Buoni giorni
Gaia

Anonimo ha detto...

Ok, mettiamo che vogliano inserire microchip sotto pelle...
Come lo giustificheranno, intendo quali saranno gli scenari?

1)scenario "dolce": inizieranno a indorare la pillola per un altro paio di generazioni, passando da animali, a detenuti, a malati..
e qui? penso che in una ottica di "protezione" di categorie deboli, passeranno ai bambini nati prematuri, per aumentare le loro chance di vita... quindi a malati cronici(dializzati, etc..) anche non gravi, per poi passare a impiantarlo ad ogni nuovo nato...
In circa quattro generazioni avrebbero portato a termine il programma

2)approccio duro:
Mega attentato, sicurezza in calo, necessario il restringimento delle libertà...

se dovessi attuare io il piano, farei credere ai "dietrologisti" alla seconda ipotesi, per attuare con calma e sangue freddo la prima.

Scusa la lunghezza del post

Gaia ha detto...

Anch'io penso che quelle siano le due prospettive principali, anche se non escluderei altre possibilità, vista la notevole dose di "fantasia" che dimostra quella gente.. Stanno già estendendo, a ritmo sempre più rapido, l'uso degli impianti sottopelle, facendo passare il tutto come cosa buona e giusta. Sono capaci di inventarsi le favole più creative per convincerci che tutto ciò è assolutamente necessario.

I professionisti della propaganda conoscono molto bene la psicologia delle masse, sanno che si deve far leva sui sentimenti e sulla parte emozionale dell'uomo; in particolare se fai leva sulla paura hai in tuo potere le masse. Lo sanno bene, fin troppo.
E' la gente, ora, che deve svegliarsi e vedere questi meccanismi subdoli che la tengono incatenata.
E dire basta.

Uno dei link presenti nel post si intitola: "One generation is all they need". Pensiamoci. Non è poi così difficile per loro.

(We sleep.... They live).


Ciao e grazie per la visita.

Anonimo ha detto...

Ciao Gaya.
Grazie per il riassuntone ed i link (con calma li leggerò tutti).
Volevo solo aggiungere una cosa che mi è venuta in mente ora:http://www.ecplanet.com/canale/varie-5/guerra_alle_liberta-152/1/0/29245/it/ecplanet.rxdf
oppure
http://www.ecplanet.com/canale/varie-5/guerra_alle_liberta-152/1/0/29245/it/ecplanet.rxdf
Quindi non vuoi l'RFID?
Bè, basta una spruzzata di polvere...

Tato_p2p

Gaia ha detto...

Ciao Tato_p2p :)
Eh sì, siamo arrivati anche a questo. E installare un microchip piccolo come polvere è un gioco da ragazzi. Con questo non serve nemmeno chiedere il consenso.
PS: in USA e GB sembra essere sempre più reale l'ipotesi di microchippare tutti i nuovi nascituri.
Ah già.. è per la nostra sicurezza, dobbiamo esserne felici!

Noisyhush ha detto...

La realtà di controllo che vogliono per noi è quasi pronta (http://www.youtube.com/watch?v=5hjD95uO_fg) ma se un numero sufficiente di persone rifiuterà questo "corpo estraneo" non potranno che costringerci palesando le loro sporche intenzioni. UNITI (non rincoglioNITI!) VINCEREMO!!!

Gaia ha detto...

Lo hanno già reso obbligatorio per i cani. E nessuno ha detto niente. Se non erro, nemmeno le varie associazioni animaliste. Purtroppo non è un buon segno..

franz ha detto...

si potrebbe creare una raccolta di fondi per motivare il governo
a resistere a questa subdola manipola
zione, questa è la mia idea. forse non serve a niente lo so. comunque
so che dobbiamo fare qualcosa perchè
il tempo che rimane è davvero poco.

Gaia ha detto...

Ciao Franz
grazie per il commento.
Personalmente, credo che il governo sia l'ultima entità a cui rivolgersi per avere 'aiuto' in questo senso. Anzi, è proprio dal potere politico che bisogna guardarsi..
Le uniche due cose per cui i governi, incarnazione del potere statale, sono 'interessati' al popolino sono:
- i soldi (estorti sottoforma di tasse con la minaccia della violenza);
- il voto (che serve però solo per dare una faccia sorridente a una democrazia che è in realtà un sistema marcio fino al midollo; il voto è peraltro una delega assoluta, la gente non ha alcun controllo né potere; è un assegno in bianco su cui si firma la propria condanna di schiavitù con una.. croce. Significativo).
Questo è quel che penso.

serenella ha detto...

sembra quasi di leggere l'apocalisse di giovanni! state attenti il microchip é il marchio della bestia che è descritto nella Bibbia! chiedetevi perchè ci vogliono così tanto controllare,non è sicuramente per il nostro bene,ci usano per i loro scopi,ma c'è nei loro piani una così profonda perversione che non possiamo più continuare a dire che satana è una storiella e che Dio ogni tanto c'è e ogni tanto mi sta scomodo. Perchè la Madonna appare in tante parti del mondo? Secondo voi da chi ci vuole salvare? Da satana che vuole distruggere il mondo e lo sta facendo attraverso i suoi servitori e quindi tutti voi non permetteteglielo! Non fatevi inserire il micro chip perchè se lo farete apparterrete al nuovo ordine mondiale ed allora non avrete più scampo,potranno fare della vostra vita ciò che vogliono!

Gaia ha detto...

Per quanto riguarda il microchip, la mia risposta è la stessa che ho dato a chi mi chiedeva "ti opporresti a una vaccinazione di massa obbligatoria"? E cioè: "per fare una simile cosa a me, devono prima rendermi cadavere".

Tra parentesi, per me è inconcepibile anche il microchip sui cani e sugli esseri viventi in generale: tra pochissimi anni dovrò per legge (grazie, stato!) microchippare il mio cane.. Beh, ora non ricordo quando scatta l'obbligo, ma voi lo verrete sicuramente a sapere dai giornali perché succederà un puttanaio, per dirla alla francese :)

Giusto per dire come la penso.

buoni giorni

Anonimo ha detto...

dovranno passare sul mio fottutissimo cadavere....dobbiamo capire che siamo 6 MILIARDI,qualora si rendesse necessario MANO ALLE ARMI senza esitare per restituire un futuro ai nostri figli!!!!!!!!!!!!!!!

Gaia ha detto...

La prima e più importante mossa è diffondere informazioni e conoscenze, rendere in grado ognuno di farsi una propria idea sul tema avendo a disposizione le necessarie informazioni. Non abbiamo i potenti mezzi della propaganda ufficiale, ma possiamo fare molto ogni giorno.
buona settimana :)

cittadino ha detto...

Sarebbe tutto molto più semplice che discutere sull'utilità o meno dell'RFID,
se si partisse con il distinguere che ciascuno è teoricamente il solo responsabile delle sue scelte,
nonché delle conseguenze che ne derivano.
punto.
e invece c'è una gran bella nota stonata:
che qualcuno te lo vuole imporre ad ogni costo e guardacaso,
per servire ai suoi scopi, più o meno biblici.
da questo punto in poi, anziché un'eventuale soluzione,
abbiamo un grosso problema...

Gaia ha detto...

In effetti il punto chiave, cioè che ognuno è responsabile di se stesso e delle proprie azioni, è un concetto che nell'attuale società viene avversato ad ogni livello.
Il nocciolo della questione è che il potere non può sopravvivere se le persone sono libere, da ciò scaturisce tutta quella serie di trovate più o meno geniali e più o meno abominevoli, cui oggi stiamo assistendo a ritmi sempre più rapidi.

Anonimo ha detto...

Guarda che i CHIP li abbiamo GIA' ADOSSO... stanno nei BOTTONI dei vestiti che compriamo, e nelle scarpe. Il Chip vero e proprio ha una superficie da 1 a 4 millimetro quadrato, può anche essere spruzzato sui capelli e sulla giacca.
Il problema è soltanto fornirgli energia, cosa che si fà con un mini-solenoide dentro il bottone. Non soltanto si riesce a sapere la nostra posizione (tramite i terminal e i satelliti GPS), ma si riesce a sapere davanti a che computer ci siamo seduti e che siti visitiamo... oltre alle altre persone che incontriamo.
Il problema sorge soltanto quando indossiamo magliette, costumi da bagno senza il ferretto e/o bottoni ... oppure se ci vestiamo con tute metalliche. Il chip non lo potrete evitare... se no non potrete comprare da mangiare, pagare le bollette, ecc.
Il VERO CHIP sarà quello che si legherà all'AREA 25 DEL CERVELLO, dando una sensazione di felicità e di immenso amore quando si vedrà il "CARO LEADER"

Anonimo ha detto...

Guarda che i CHIP li abbiamo GIA' ADOSSO... stanno nei BOTTONI dei vestiti che compriamo, e nelle scarpe. Il Chip vero e proprio ha una superficie da 1 a 4 millimetro quadrato, può anche essere spruzzato sui capelli e sulla giacca.
Il problema è soltanto fornirgli energia, cosa che si fà con un mini-solenoide dentro il bottone. Non soltanto si riesce a sapere la nostra posizione (tramite i terminal e i satelliti GPS), ma si riesce a sapere davanti a che computer ci siamo seduti e che siti visitiamo... oltre alle altre persone che incontriamo.
Il problema sorge soltanto quando indossiamo magliette, costumi da bagno senza il ferretto e/o bottoni ... oppure se ci vestiamo con tute metalliche. Il chip non lo potrete evitare... se no non potrete comprare da mangiare, pagare le bollette, ecc.
Il VERO CHIP sarà quello che si legherà all'AREA 25 DEL CERVELLO, dando una sensazione di felicità e di immenso amore quando si vedrà il "CARO LEADER"

Anonimo ha detto...

FATE INCETTA DI BOTTONI E DI VESTITI VINTAGE... ma tanto vi entreranno in casa e ve li sostituiranno !

Anonimo ha detto...

grazie di tutto e complimenti :)

Gaia ha detto...

Grazie a te per l'apprezzamento e la visita :)
buoni giorni
gaia

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, risvegliarsi, risvegliare con la Verità... Spengere le TV, Lavorare con Se Stessi non leggendo più giornali, cercando un cammino di Verità...rimanendo sempre positivi senza lasciarsi coinvolgere dalle Cose del Mondo, e speriamo poi di essere svegli davvero e non solo credere di esserlo, stando ancora dentro l'illusione... bacio a tutti e che la Verità sia con Noi o con Chi la vuole!!
Sue

Anonimo ha detto...

Un chip sottocutaneo per controllare la popolazione
http://www.altrainformazione.it/wp/un-chip-sottocutaneo-per-controllare-la-popolazione/
IBM HOLLERITH
http://www.schiavidihitler.it/Pagine_documenti/archivio/IBM.htm
http://www.lager.it/ibm_nazismo.htm

(Ap 13,16-18) “La bestia... faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio [ MICRO-CHIP?] sulla mano destra e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome [666]. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d'uomo. E tale cifra è 666".

Gaia ha detto...

Sue, grazie per le belle parole, ricambio l'augurio :)

Grazie anche all'anonimo per i link.

buoni giorni
gaia

Anonimo ha detto...

recentemente ho visto i film zeitgeist e zeitgeist addendum e da allora la mia visione del mondo è cambiata...la domanda che vorrei fare è questa: qualcuno sostiene che dietro a questi film c'è il nuovo ordine mondiale, secondo voi?

Anonimo ha detto...

questo e un marcchio del diavolo le profezie si stanno avverando gli ho gia letti

Anonimo ha detto...

..per noi che ci rendiamo conto della verità,di tutti questi complotti contro l'umanità è facile discuterne ma ,quando cerchi di spiegarlo ai "pecoroni" (senza offesa) è già più difficile perchè ti prendono x matta se non addirittura ti deridono...........DUNQUE COME SI DEVE FARE CON QUESTE PERSONE.E' deprimente,desolante e soprattutto frustrante vedere come non si rendono conto del male che si faranno,di come offendendomi non fanno altro che offendere se stessi ed essere burattini del sistema,dell'inganno,dell'inferno!!!Come potremo ribellarci,affrontare questo MALE con la gente che li asseconda...e i nostri figli che futuro avranno.........

Anonimo ha detto...

Se metteranno i chip nei bottoni, sarà sufficiente far fare un giro in microonde a tutti i vestiti che compriamo.

Anonimo ha detto...

Chi non rischia qualcosa per difendere la propria libertà alla fine perderà libertà, soldi e vita.

Anonimo ha detto...

non c è bisogno di questo microchip oramai gia ci controllano,il marchio del diavolo dell apocalisse di giovanni secondo me gia c è,è facebook,la fine è cmq vicina