Benvenuti in NWO Blog.

Questo blog vuole offrire informazioni sul tema del Nuovo Ordine Mondiale (o NWO: "New World Order").
I mass-media non parlano di questo genere di storie e notizie, ma sono tutte documentate e verificabili.
Il Nuovo Ordine Mondiale sta per arrivare, non permettiamogli di farlo.
Questo blog aderisce alla campagna di sensibilizzazione sul tema delle scie chimiche.

26 settembre 2009

Microchip e controllo mentale

Ho parlato in passato di controllo mentale e microchip, per esempio in questo post. Segnalo ora un articolo apparso nel 2000 ma ancora (o meglio sempre più) attuale:

Microchip Implants, Mind Control, and Cybernetics
by Rauni-Leena Luukanen-Kilde, MD Former Chief Medical Officer of Finland

Una traduzione si può trovare sul blog Stati di percezione a questo link:

Microchip, controllo mentale... Psichiatria e DSM

Alcuni estratti:

(...)
I primi impianti cerebrali furono inseriti chirurgicamente nel 1974, nello stato dell'Ohio, Stati Uniti, e anche a Stoccolma, in Svezia.
Elettrodi cerebrali furono inseriti nei crani di bambini, nel 1946, senza che i genitori ne fossero a conoscenza. Negli anni ’50 e ’60, impianti elettrici furono inseriti nel cervello di animali e umani, soprattutto negli Stati Uniti, durante le ricerche sulla modificazione del comportamento, e sul funzionamento del cervello e del corpo.
Metodi di controllo mentale furono usati nel tentativo di cambiare il comportamento umano e i suoi atteggiamenti. Influenzare il funzionamento del cervello divenne un obiettivo importante dei sevizi segreti e militari.

Trent'anni fa impianti cerebrali risultarono, ai raggi X, misurare 1 cm. Impianti successivi si rimpicciolirono fino ad essere grandi come un chicco di riso. Erano fatti di silicio, e quelli successivi persino di arsenioferrite. Oggi sono abbastanza piccoli da poter essere inseriti nel collo o nella schiena, e anche per via indovenosa in diverse parti del corpo, durante operazioni chirurgiche, con o senza il consenso del soggetto. È ormai quasi impossibile rintracciarli o rimuoverli.

È tecnicamente possibile inserire ad ogni neonato un microchip che potrebbe dunque servire per identificare la persona per il resto della sua vita.
Simili piani sono stati discussi segretamente negli Stati Uniti, senza nessuna esposizione delle questioni relative alla privacy.

In Svezia, il Primo Ministro Olof Palme, diede il permesso, nel 1973, di inserire impianti nei detenuti, e l'accertamento dei dati dell'ex direttore generale Jan Freese, rivelò che a pazienti di case di riposo erano stati messi degli impianti alla metà degli anni ’80.
La tecnologia fu rivelata nel rapporto statale svedese del 1972/74 “Statens Officiella Utradninger” (SOU).

Gli esseri umani con impianti possono essere seguiti ovunque.
Le funzioni cerebrali possono essere monitorate a distanza dai supercomputers e persino alterate mediante il cambiamento delle frequenze. Cavie di esperimenti segreti sono state detenuti, soldati, malati di mente, bambini portatori di handicap, audiolesi e ciechi, omosessuali, donne single, anziani, scolari e qualsiasi gruppo di persone considerato “marginale” dalle élites di sperimentatori.
Le esperienze pubblicate, dei detenuti della prigione statale dello Utah, ad esempio, sono shockanti.

Gli attuali microchips agiscono mediante onde radio a bassa frequenza che li rendono rintracciabili. Con l'aiuto dei satelliti, le persone con gli impianti possono essere rintracciate ovunque nel globo.
Questa tecnica fu tra quelle testate nella guerra in Iraq, secondo il Dr. Carl Sanders, che ha inventato l'interfaccia biotico (IMI- Intelligence-manned interface), che viene iniettato alle persone. (Già durante la Guerra in Vietnam, ai soldati veniva iniettato il Rambo Chip, ideato per aumentare il flusso di adrenalina nel sangue.)
(...)

Articolo completo QUI.

8 commenti:

El ha detto...

Avanti fin che si può poi non è più affar nostro.

P.S. DEVI trovare il tempo di andare a vedere il film "District 9"

Saluti

ElBuitre

Gaia ha detto...

Uhm.. Ho letto qualche recensione ma non mi sembra granché, però se dici così mi incuriosisci.. :D
Lo vedrò e ti farò sapere, grazie per la segnalazione.
Buon fine settimana :)

Kaarot ha detto...

Le solite coincidenze


http://photos-e.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc1/hs268.snc1/9535_1061319712709_1817433878_130036_1297655_n.jpg

Gaia ha detto...

Già, Kaarot.. le solite coincidenze.

buoni giorni :)

Anonimo ha detto...

Già solo con gli smartphone ci possono rintracciare...mi sa che sta cosa dei microchip non è vera

Gaia ha detto...

Certo.

Anonimo ha detto...

Di questo ne avevo già sentito parlare all'inizio degli anni 70 quando a delle persone nelle gambe e nei polpacci vennero trovati degli impianti di dimensioni rispetto a quelle odierne enormi.Ne avevo visto alcune foto sui primi giornali scientifici poi tali notizie sparirono di colpo nel giro di una settimana,anche perchè se ne stava incuriosendo anche la stampa...Un corsivista che conoscevo,ormai 85enne,mi parlo di queste cose.Quando scrisse un suo corsivo in prima pagina SU un noto quotidiano a tiratura nazionale,dopo nemmeno 48 ore fu passato alla cronaca nera,servizio assai pericoloso per l'epoca sia per i nostri tempi.Poi nel giro di qualche mese gli fu tolta la penna di mano.Nelle questure c'è un ufficio apposito che decide quello che deve essere pubblicato e quello che assolutamente non lo deve essere.Fu adottata la scusa che tali persone erano state rapite da entità extraterrestri.Se ci fate caso,la censura funziona sopratutto in internet.Provate ad esempio su You tube a scrivere qualcosa contenente la parola signoraggio bancario.Fate attenzione a quello che c'è inserito nel processore,anche questo visto e dimostrato su un sito prontamente oscurato.Ricordatevi che tutto è controllato.

Gaia ha detto...

Interessante, grazie.
buoni giorni
gaia